Il vero target del sex based advertising

Sexing up wall scapes

Sexing up wall scapes

Questo genere di messaggio scatena leggende metropolitane, magari ben orchestrate da esperti di guerrilla marketing, e fa alzare il sopracciglio ai benpensanti e alle donne che, giustamente, si vedono, ancora una volta, usate come carne da marketing per attrare quel bavoso del consumatore maschio sessuomane.

Ma chi è il vero target di questo tipo di pubblicità?

Forse un po’ di Freud spiega tutto.

Rileggiamo I persuasori occulti di Vance Packard, libro molto citato e pochissimo letto, là dove si spiega che le auto sportive sono prodotte e messe in vetrina solo per attrarre il maschio, quello che associa l’auto che sa di vernice, di donne e di velocità , con l’avventura, la bionda alla Grace Kelly con foulard svolazzante e Costa Azzurra in background.

Poi, spiega l’autore, al momento dell’acquisto, arriva la moglie, lo fa scendere dalla nuvoletta e gli fa comprare una berlina, una SW o, peggio ancora un VAN, cosa che può essere la misura di quanto un uomo sia affidabile come marito, con all’estremo dell’inaffidabilità quello in spider e marito/mammo quello che compra il VAN o, meglio, il pulmino 7 posti, segno che è disposto ad ospitare anche i suoceri.

Effettivamente la pubblicità nella foto è indirizzata, in prima battura, a quei fresconi degli uomini, ancora attratti dal caldo seno materno, ricordo della più bella stagione della vita, quando il bambino onnipotente basta che faccia uno nguè, nguè e viene subito tacitato con una dolce rotonda calda zizza in bocca.

Ma il vero target sono le mogli/madri che, in cambio di un po’ di fast-sex al sabato sera, ottengono che il loro bravo bambino/marito le porti in crociera (magari facendo debiti o intrallazzi), dove loro, le bambine/barbie, potranno cambiarsi d’abito e sfilare per soddisfare il loro esibizionismo.

E’ un triangolo nevrotico costituito da:

– una moglie/madre,

– un marito/bambino,

– un pubblicitario/psicanalista (e furbo di tre cotte).

E funziona…con la massa amorfa!

E forse anche con chi lancia un occhio critico e perplesso!

Annunci

One Response to Il vero target del sex based advertising

  1. picchiatello ha detto:

    Moglie ? Marito ? viste le crisi familiari…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: